Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trento e Bolzano (province autonome) Veneto Friuli Liguria Emilia Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata

In questa sezione è fornito un quadro generale delle Procedura di riconoscimento danni occorsi a cose ed animali (domestici, d'allevamento e da reddito in genere, nessuno escluso) provocati da lupo e cane (non padronali) sul territorio di competenza di ciascuna Regione. Se risiedi in un’area protetta, fai riferimento alle procedure pubblicate sui siti di ciascun Ente Parco o rivolgiti direttamente agli uffici di competenza dei Parchi stessi.

Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto  - Trento e Bolzano (province autonome)

L’analisi comparata delle normative regionali evidenzia come non esiste omogeneità di approcci e di soluzioni applicate al sistema di rimborso dei danni previsto dalla legge nazionale fra regioni settentrionali, centrali e meridionali, ma anche fra regioni contigue, e a volte all'interno della stessa regione.

Affinché il sistema d’indennizzo per i danni effettuati da lupo (e/o canidi) sia, a livello nazionale, un vero strumento di tutela e conservazione della specie e contemporaneamente tuteli anche le esigenze delle aziende zootecniche, sarebbe auspicabile un coordinamento interregionale per stabilire delle linee guida di massima che forniscano un indirizzo a scala nazionale per la stesura dei regolamenti regionali.

Per approfondire l’argomento si consiglia di scaricare il documento "Raccolta e analisi comparativa dei regolamenti in vigore nelle diverse regioni italiane"; mentre per avere un quadro immediato comparativo delle differenze di normativa a livello regionale, scarica il documento "Tabella di sintesi delle normative".

Per approfondire ulteriormente l'argomento vedere la sezione "Riferimenti utili" ed in particolare la sezione "Pubblicazioni" (Se subisco un danno).