IL FENOMENO DELLE PREDAZIONI

L’andamento temporale degli eventi di predazione a livello regionale ha mostrato un netto aumento, passando da nessuna predazione nel 2015 a 224 nel 2019.

2015 2016 2017 2018 2019 Totale
N. eventi di predazione 0 25 111 188 224 548
N. totale capi predati,

di cui:

0 53 391 432 680 1.557
     bovini 0 7 28 82 91 208
     ovicaprini 0 46 363 351 589 1.349
Somme concesse (€): 0 11.370 66.760 159.326 166.664 404.120

 

La distribuzione geografica del numero di capi è riportata di seguito.

puglia_bovinipredati

puglia_ovicaprinipredati

A seguito dei 548 eventi di predazione totali, sono stati registrati come predati un totale di 1.557 capi di bestiame, per una media di 389,4 (± 228,4 SD) capi ogni anno. Tra i capi predati, l’86,6% erano ovicaprini, pari a una media di 337,2 capi annui (± 193 SD), mentre il restante 13,4% dei capi predati era costituito da bovini, per una media di 52 (± 35,4 SD) capi ogni anno.

Del totale delle predazioni accertate, il 100% è stato attribuito a lupo dopo sopralluogo.

Le predazioni, in linea con i dati nazionali, sono apparse concentrate nei mesi estivi, con il picco nel mese di agosto.

puglia_mesipredazioni

Intensità dell’impatto sulle aziende agricole

Ogni anno, mediamente, 88,2 (± 50 SD) aziende zootecniche hanno subito almeno un evento di predazione confermato.
Le aziende con capi bovini danneggiate sono risultate in media ogni anno 30,5 (± 19 SD), mentre quelle con acpi ovicaprini sono state in media 57,7 (± 31 SD) ogni anno.
Il numero di aziende bovine e ovicaprine con danni ha avuto una tendenza costante all’aumento durante il periodo preso in esame.

 

Previsione del rischio

Tasso di crescita annuo del numero di eventi di predazione atteso per azienda:

Aziende ovicaprine                             Aziende bovine

+17,7% (± 20,5 SD)                           +25,1% (± 18,9 SD)

 

Tutti i testi, le immagini e le tabelle sono stati estratti dal documento Gervasi V., Zingaro M., Aragno P., Genovesi P., Salvatori V., 2022. Stima dell’impatto del lupo sulle attività zootecniche in Italia. Analisi del periodo 2015 – 2019. Relazione tecnica realizzata nell’ambito della convenzione ISPRA-Ministero della Transizione Ecologica per “Attività di monitoraggio nazionale nell’ambito del Piano di Azione del lupo”.

Una sintesi a livello nazionale è disponibile alla pagina ISPRA dedicata.